Ti presento due modi per non deprimerti di fronte alle spese per le tue nozze

Qualche giorno fa, saltellando da un forum di future spose all’altro, mi sono imbattuta in quello di una futura sposa che voleva sapere dal resto del gruppo a quanto ammontassero finora le spese per l’organizzazione delle loro nozze. Lei era nello sgomento più totale, non avrebbe mai immaginato che, solo a metà percorso (le mancavano ancora più di 6 mesi al giorno del matrimonio), potessero essersi volatilizzati così tanti soldi. 

Sosteneva di essere stanca e sull’orlo di una crisi di nervi, di essere così sotto stress da avere il terrore di non riuscire a godersi i preparativi che, guarda caso, tutti le avevano descritto in maniera assai diversa.


Ti confido una cosa, ricordo di averlo pensato anche io, quando, dopo aver dato i primi acconti e aver fatto i primi acquisti, rimasi letteralmente a secco, tanto che sperai in una lettera di qualche lontano zio d’America. E fortunatamente appartenevo alla schiera degli sposi sostenuti economicamente dai propri genitori. 

Non è semplice far combaciare la disponibilità con i propri gusti. Anche quando si hanno dei budget più sostenuti è assai complicato, lo avresti immaginato? Già, perché chi ha di più, generalmente vuole di più, il meglio!

Credimi, non vorrei spaventarti oltre, ma (tieniti salda alla sedia), le spese sono destinate ad aumentare in maniera esponenziale e se ancora non lo hai fatto, preparati ad aprire ogni salvadanaio che hai in casa, sperare nella generosità dei tuoi genitori o peggio ancora, dei tuoi ospiti!

Non pensare io sia cattiva! Conosco bene l’ansia e la preoccupazione che stai provando e proprio per questo voglio aiutarti, ma continua a seguirmi per qualche istante, potrei risultarti quasi provvidenziale.

L’organizzazione delle nozze ci rende per la prima volta i veri protagonisti di un sogno, il nostro, e siamo determinate a fare tutto da sole e con le nostre forze. 

Il matrimonio è l’unico evento in cui a giocare un ruolo fondamentale sono le nostre emozioni profonde; ed è proprio sulla spinta di queste che facciamo scelte ed acquisti dettati dall’istinto.

Quando mi accinsi a preparare il mio matrimonio, scelsi di utilizzare ogni nuance del rosa, in onore della mia bimba di 9 mesi che avrei portato con me sull’altare. 

Acquistai tutto ciò che mi capitava a tiro e che pensavo avrei potuto inserire negli allestimenti. E poi mi misi a cercare, riprodurre, ritagliare, con l’aiuto delle creative della mia famiglia, ovvio. E’ scontato sottolineare che nessuna di noi lo faceva per professione né per hobby… sembravamo le seguaci del tizio di ART ATTACK.  Risultato? Soldi e tempo inutilmente spesi in oggetti futili che ho buttato in cantina. Compreso tutto l’hand made che, guarda un po’, non mi soddisfaceva per niente visto che sembrava dozzinale e mediocre. Volevo proprio questo per i miei ospiti e per le persone che sarebbero venute a celebrare la gioia mia e di mio marito? Certo che no! 

Feci scelte emotive ed economicamente convenienti per ogni servizio, da quello fotografico a quello floreale, per le bomboniere e l’abito nuziale, per l’intrattenimento e per il cibo (alcune purtroppo risultarono sconvenienti assai per la soddisfazione, ma questo è un’altra storia!)

Inoltre, non avendo organizzazione, senza un progetto ed un metodo, riuscivo ad innamorarmi di tutto e il contrario di tutto, con conseguente prosciugamento delle finanze.

Parliamoci chiaro, le nozze sono un evento che organizziamo (se siamo fortunate) una sola volta nella vita e non conoscendo i meccanismi di organizzazione e pianificazione, cerchiamo di buttare nel calderone ogni cosa che per noi è novità, quando magari non lo è affatto. 

Tutto questo ti frustra perché, pure se riesci a capire da dove devi cominciare, ti manca sempre il punto di arrivo ed i soldi sembrano non bastare mai!

 Ti capita lo stesso vero? Sei stanca? Il sorriso e l’entusiasmo si sono spenti un pochino?

Tranquilla, sto per illustrarti due vie che puoi percorrere per dare un taglio alle spese pazze, all’ansia ed allo stress dovuti alla paura di non farcela.

Per entrambe le soluzioni dovrai però fare qualcosa di FONDAMENTALE IMPORTANZA, perché entrambe posseggono un denominatore comune: definire una spesa massima, il famoso budget, oltre il quale non potrai spendere. Avere un limite di spesa ti permetterà di focalizzarti solo su alcuni aspetti, ma vediamo in che modo.

OPZIONE numero uno: FAI DA TE. 


E’ la strada più battuta e anche quella più tortuosa, infatti dovrai essere in grado di buttare giù un budget plan, ossia scrivere con precisione ogni servizio che vuoi non manchi e per ogni servizio la conseguente previsione di spesa (è risaputo che l’affitto della location e la parte enogastronomica si portano via un bel 50% dei soldi per es.). Questa attività ti permetterà di tenere sotto stretto controllo spese, acconti e ti costringerà a razionalizzare le tue scelte focalizzando l’attenzione su ciò che desideri di più da quello di cui puoi fare a meno. Un esempio classico: se hai optato per i sacchetti con i confetti all’interno, evita di fare la “confettata” e focalizzati su un bel tableu scenografico che potrebbe diventare, tolte le indicazioni per i tavoli, un set in cui scattare delle foto ricordo.

Oppure, se hai deciso di aprire il ricevimento con un buffet di antipasti, alleggerisci i pasti a tavola, saranno più leggeri i tuoi ospiti e meno il tuo portafoglio.

Cerca di non sottovalutare gli allestimenti ed il fotografo, sono gli unici elementi che, tra qualche anno, foto alla mano riguarderai con emozione e dolcezza.

OPZIONE numero due: RIVOLGITI AD UN WEDDING PLANNER.

Il Wedding Planner è un consulente specializzato in pianificazione di nozze il quale, attraverso la conoscenza minuziosa di tutti i servizi, di una bella porzione di fornitori della tua zona, dei trend di stagione e di una comprovata esperienza, ti garantirà di vivere il tuo giorno ottimizzando i tuoi soldi e ti permetterà di personalizzare le tue nozze come hai sempre desiderato. Non solo.

Ti aiuterà nella selezione dei migliori fornitori, ti sarà affianco negli adempimenti delle pratiche burocratiche, negozierà per te i servizi d’eccellenza, calendarizzerà ogni appuntamento, ti sosterrà con le consulenze di stile e design (e laddove non  ha le giuste competenze, ha sicuramente i collaboratori che potranno sostituirlo in questo), ti stilerà un planning dettagliato del giorno delle nozze mettendo in primo piano sia le tue esigenze che quelle dei tuoi ospiti. Infine darà espressione e materia alle tue idee e ai tuoi sogni, consigliandoti il meglio e facendoti andare oltre con la fantasia. Avrai così la certezza di goderti i preparativi, di parlare di ciò che più desideri e trovare la soluzione adatta a te con i soldi che hai deciso di investire per il giorno più importante della tua vita. 

Sia che tu stia optando per la soluzione 1 che per la soluzione 2, ora puoi ripartire con il piede giusto, fare un bel respiro e sorridere. Carta e penna perché se deciderai per il fai da te, non avrai meno da pedalare, ma lo farai con più metodo e consapevolezza.

Intanto mi piacerebbe sapere a che punto sei nell’organizzazione, se hai incontrato difficoltà e come le stai risolvendo. E se hai bisogno di una consulenza, non esitare a scrivermi o a contattarmi, la prima è sempre gratuita, ricordi? 

Ti aspetto,

Lucia